Close
 
Prossime Aste
   
Aste Passate
   
Nel sito
Close

Online community

Contattaci via Skype
Associazioni

Febbraio 2012 - n. 03

Share

Il 2012, per Cambi Casa d’Aste, sarà un anno pieno di iniziative e cambiamenti. Si parte subito con una nuova proposta, I mercoledì al Cambicafé, aperitivi con l’arte, appuntamenti settimanali che introdurranno i partecipanti all’antiquariato e all’affascinante mondo delle vendite all’asta. Un filo diretto tra la Casa d’Aste e il nuovo Café, inaugurato lo scorso anno e che tanto successo sta riscuotendo a Genova.

Si passa poi a quella che è la maggiore novità nel campo dell’arredamento e del piccolo collezionismo: 12 aste in 12 mesi per il 2012, un modo nuovo e simpatico, dinamico e veloce, per partecipare alle nostre aste. Ogni mese, tre o quattrocento lotti, visibili sul nostro sito internet, verranno proposti in vendita a bassa stima con partecipazione esclusivamente OnLine. Finalmente anche l’antiquariato corre sul web!

Da segnalare inoltre, non solo il riassetto di alcuni dipartimenti, con l’entrata nel team di nuovi esperti e collaboratori per rendere sempre più preciso e funzionale il nostro lavoro, ma anche e soprattutto l’apertura di nuove rappresentanze in altre città, da Torino a Venezia e Lugano.

L’evento di maggiore rilevanza per questo inizio 2012 è però senza dubbio l’apertura di una vera e propria sede a Milano, dove uno staff di esperti sarà a disposizione dei nostri clienti per effettuare valutazioni e incontrare chiunque abbia bisogno di consigli per vendere o acquistare opere d’arte, e dove sarà possibile assistere alle anteprime delle vendite in programma a Genova.

E poi ancora, le nostre aste in programma durante il mese di febbraio, dall’Antiquariato ai Dipinti Antichi, dalle Arti Decorative del XX secolo al Design.

Aprile sarà invece il mese dedicato alle aste specialistiche dedicate all’Arte Africana e ai Tappeti Antichi, passando per Gioielli e Argenti, Sculture e Oggetti d’Arte e Arte Moderna e Contemporanea.

Maggio proporrà un’asta fuori dal comune, con una selezione di Yacht e imbarcazioni da diporto (in collaborazione con Aloisa Moncada di Paternò e la Equinoxe & Fraser), anticipata all’interno della rivista in un articolo di Roberto Franzoni dedicato all’evento. È questa una prima assoluta per il mercato italiano, preceduta solamente dall’asta di barche d’epoca che aveva visto protagonista la nostra Casa d’Aste già nel settembre 2010.

In questo numero abbiamo voluto presentare a chi ci conosce meno una breve panoramica della nostra storia, oramai più di 130 aste – dall’antiquariato al contemporaneo, dalle vendite tematiche alle numerose House Sale organizzate in tutta Italia – svolte nel corso degli ultimi quindici anni.

Vorremmo poi cominciare a illustrare alcune dinamiche del nostro lavoro, come quelle che emergono dall’articolo L’arte di fotografare l’arte, un riflettore puntato dietro le quinte su quanto accade all’interno di una casa d’aste e su quanto precede il momento dell’esposizione e della vendita.

Non mancano inoltre approfondimenti sulle pietre preziose, sull’arte africana e su una rinomata fonderia napoletana, la Fonderia Chiurazzi. Per la pittura due importanti riscoperte, un’interessante dipinto di Morbelli e un ritratto della famiglia Medici di attribuito a Sustermans; tra gli oggetti, in evidenza una coppia di specchiere settecentesche dei Principi Corsini e il centrotavola di Gio Ponti realizzato nel 1926 per le ambasciate italiane.

Puntiamo poi i riflettori su un museo particolarissimo affacciato sul Corno d’Oro, nel cuore di Istanbul, e realizzato da Rahmi M. Koç, amico e cliente da più di venti anni di Marcello Cambi e della sua famiglia. Bruno Cianci, dopo averci accolto e illustrato la struttura insieme ai curatori del Museo, ci racconta oggi la genesi e lo sviluppo di questa straordinaria collezione che parla d’arte, industria e trasporti. Visitandola non si può non rimanere contagiati dall’entusiasmo del suo fondatore.

Da oggi sarà inoltre possibile scaricare la nuova applicazione per iPhone della Casa d’Aste, tramite la quale, in maniera assai semplice e intuitiva, si potranno ricercare i lotti presenti nelle vendite future o passate, sfogliare i cataloghi (comodamente suddivisi per categorie), fare offerte e, soprattutto, partecipare all’Asta Live direttamente dal vostro dispositivo mobile.

Chiuderà questo numero un breve rendiconto economico del secondo semestre del 2011, con le migliori aggiudicazioni della Casa d’Aste, dal contemporaneo all’arte orientale.

Yacht auction, Cambi on the sea
Nell’attuale complessità del mercato delle imbarcazioni usate, particolarmente rallentato per eccesso di offerta dovuto alla sovrapproduzione del decennio precedente, all’elevato numero di imbarcazioni in leasing “non completato” e alla contingenza economica attuale, la Casa d’Aste ...
La Fonderia Chiurazzi a Napoli:una grande storia italiana come tante
Nell’ambito di una prossima tornata di vendite, che si terrà in primavera presso il castello Mackenzie e che conterrà un appuntamento dedicato esclusivamente alla Scultura e agli Oggetti d’Arte, saranno presentati tre busti in bronzo di ispirazione classica e di straordinaria qualità esecutiva, ...
Sculture e oggetti d’arte per un nuovo appuntamento
Nella continua ricerca e nell’impegno costante di rispondere alle esigenze del complesso e articolato mondo collezionistico, Cambi Aste propone, nel mese di aprile, un nuovo appuntamento di vendite con un catalogo dedicato alla Scultura e agli Oggetti d’Arte. Verranno presentate e proposte all’incanto ...
Il fascino del tappeto antico
Nell'anno passato, per la prima volta la Casa d’Aste ha deciso di realizzare due appuntamenti specifici dedicati interamente ai tappeti antichi, con un notevole successo di pubblico e con ottimi risultati di vendita, che hanno visto aggiudicati oltre duecentosettanta pezzi per un totale di venduto superiore ai 300.000 ...
Gio Ponti: il trionfo per le ambasciate Italiane
Dopo il clamoroso successo – la vittoria del Gran Prix – all’”Exposition Internationale des Arts Décoratifs et Industriels Modernes” di Parigi del 1925, l’anno successivo il Ministero degli Esteri italiano commissionò alla manifattura Richard Ginori un centro tavola destinato ...