Clicky

2

CARLO I. Il Guerriero. (1482-1490). Ducato d'oro (IV tipo).

€ 25.000,00 / 30.000,00
Stima
Valuta un'opera simile
Descrizione

CARLO I. Il Guerriero. (1482-1490). Ducato d'oro (IV tipo).

Diam. mm. 22,51
+ KAROLVS DVX SABAVDIE PRINC M Busto del duca a d. con corazza e berretto. R/ + DNS MICHI ADIVTOR Z EGO DESPICIA Stemma sabaudo sormontato da nodo e affiancato dalle lettere FE e RT in doppia cornice quadrilobata con perline. CNI 19. RMM. 3. MIR. 225. Sim. 4. Biaggi, 197
Rarissimo. g. 3,45. Diam. mm. 22,51. Oro. q.SPL

E’ questa la prima moneta dei Savoia su cui sia raffigurato il volto del duca.
Il campo del rovescio è occupato dallo scudo sabaudo sormontato da un nodo ed entro una cornice quadrilobata “veramente rinascimentale per misura e per eleganza”, in “una composizione equilibrata e gustosa” (Bernareggi, p.64). Ai lati dello scudo si legge il motto FERT di significato ignoto, nonostante le molte interpretazioni che ne sono state date. Legato all’Ordine cavalleresco del Collare, fondato da Amedeo VI nel 1364 e divenuto più tardi, con Carlo II, Ordine della SS. Annunziata, il motto sabaudo fu impresso sulle monete a partire dall’epoca di Amedeo VIII (1391-1440). La legenda del rovescio riprende il versetto del salmo 117,7 che recita " Dominus michi adiutor: et ego despiciam (inimicos meos)" ossia "Il Signore è mio aiuto: ed io disdegnerò i miei nemici".
Salito al trono appena quattordicenne alla morte del fratello Filiberto I (1482), Carlo I nonostante la giovanissima età si distinse come condottiero, riportando stabilità nel Ducato contro le ribellioni dei signori feudali e annettendo ai suoi domini il marchesato di Saluzzo: per questo venne ricordato con l’appellativo di Carlo il Guerriero. Scomparve prematuramente a soli ventidue anni.

Numismatica

mer 9 Febbraio 2022
Milano
TORNATA UNICA 09/02/2022 Ore 15:00
Nelle schede descrittive non è sempre indicato lo stato di conservazione dei beni, invitiamo a richiedere sempre il condition report prima di effettuare le proprie offerte