Clicky

Attiva da quasi venticinque anni con sede a Genova e Milano e uffici a Roma, Torino e Venezia, la Cambi si pone ai vertici del mercato delle aste in Italia con oltre 100 vendite per anno curate da 26 dipartimenti e un’equipe di 70 persone

La Casa d’Aste Cambi nasce a Genova nel 1998, e fin dalle prime House Sales si distingue nelle vendite all’incanto a livello internazionale. Al principio specializzata nelle vendite di arte antica, oggi la sua offerta viene di equamente divisa in tre macro aree: antico, moderno, lusso. Negli anni affianco al consolidamento delle proposte di arte antica, grande attenzione è stata data allo sviluppo dei dipartimenti di arte moderna e design, arte orientale, gioielli, orologi, vini.

Nel 2004, con il trasferimento nella prestigiosa sede del Castello Mackenzie, si apre una lunga stagione di successi e di grande espansione raggiungendo nel corso del 2010 un giro d’affari superiore ai 10 milioni di euro.

L’ambizione di imporsi nel mercato internazionale porta all’inaugurazione, nel 2013, della sede milanese di Palazzo Serbelloni. Quello stesso anno, grazie a numerosi record in vari dipartimenti Cambi supera per la prima volta i 20 milioni di euro, diventando così la prima casa d’aste in Italia per fatturato.

Nella seconda decade del 2000, Cambi continua a collezionare record nazionali e mondiali in tutti i dipartimenti, che ad oggi sono 26 e coprono tutti i settori dell’arte e del collezionismo.

Nel 2017 viene aggiudica una rarissima scultura tibetana Zanabazar alla cifra di 4.7 milioni di euro, l’opera più costosa mai venduta all’asta in Italia. Il record riconferma Cambi come la Casa d’Aste numero uno del paese, con un fatturato di oltre 35 milioni di euro.

Ad oggi, Cambi è punto di riferimento nel Paese per il mercato dell’arte e del collezionismo, grazie a cataloghi curati da uno staff di esperti qualificati e aste che si alternano nelle due sedi di Genova e Milano. Grazie alla partecipazione alle nostre vendite dei migliori collezionisti italiani e forti di una selezionata clientela internazionale, negli ultimi anni siamo riusciti a stabilire record di aggiudicazioni, oltre a condurre importanti House Sale e dispersioni di intere collezioni di grande successo.

1998

  • Anno di fondazione della Casa d’Aste, che apre la sua prima sede a Genova negli storici locali di Salita della Tosse, che avevano ospitato l’attività di famiglia fin dagli anni Settanta
  • Oltre alle prime aste di antiquariato si svolgono le aste di arte marinara che rappresentano a tutti gli effetti il primo dipartimento della casa d’aste.

1999

  • Primo catalogo monografico dedicato agli strumenti scientifici che avrà un successo internazionale con clienti a tutta Europa e dagli Stati Uniti e ben quattro istituzioni museali tra gli acquirenti.
  • I cataloghi Cambi sono visibili per la prima volta sul sito cambiaste.com

2000

  • House Sale Villa Ricciardi Toscanelli in Toscana con oltre 400 partecipanti che spingono le vendite per la prima volta sopra i 3 miliardi di lire.
  • Prima aggiudicazione sopra i 100 milioni di lire per un orologio notturno venduto a 120 milioni
  • Apertura del dipartimento di Libri Antichi diretto da Gianni Rossi

2001

  • Cresce il numero e il livello delle aste proposte soprattutto nel campo dell’antiquariato e dei dipinti antichi, record dell’anno è infatti una natura morta del pittore genovese Jan Ross venduta per quasi 100 milioni di lire.

2002

  • House Sale Palazzo Tornielli di Crestvolant in Piemonte
  • La casa del Pettirosso: asta delle opere e degli arredi dello studio abitazione del pittore genovese Oscar Saccorotti condotta con il raddoppio delle stime e il 90% di venduto per lotto
  • Apertura del dipartimento di Arti Decorative del XX secolo diretto allora da Sandro e Thea Casarino

2003

  • Si alternano aste di arte antica con quelle di Arte e arti decorative del Novecento e con le prime vendite di arte moderna contemporanea
  • Aggiudicazione per un dipinto di G W Lambert a 63.000 euro, record per il pittore al di fuori dell’Australia
  • House Sale Villa de Nobili Fossati Raggio, Genova.

2004

  • La Casa d’Aste trasferisce la propria sede nel Castello Mackenzie a Genova.
  • L’asta inaugurale raggiunge i 2 milioni di euro di fatturato e segna l’inizio di una grande stagione di aste di arte antica che si protrarrà negli anni seguenti

2005

  • Grande attenzione è posta alle vendite di pittura antica con aggiudicazioni record soprattutto per quanto riguarda la scuola genovese del Seicento
  • House Sale Castello di Tassarolo dei marchesi Spinola, Piemonte

2006

  • Dispersione di numerose proprietà private tra cui si ricorda un’insieme di sculture in marmo del XVII secolo provenienti da una famiglia nobile genovese che attrae compratori da tutta Europa.
  • Nelle aste del Novecento compaiono sempre più frequentemente mobili di design.
  • Un’importante asta di Strumenti scientifici trova compratori in tutt’Europa e negli Stati Uniti

2007

  • Panini, record per il dipartimento di dipinti antichi e per la Casa d’Aste
  • Apertura del dipartimento di Pittura del XIX e XX secolo

2008

  • House Sale Villa Canessa Devoto, Rapallo, Liguria
  • Apertura del dipartimento di Gioielli diretto da Titti Curzio
  • Apertura del dipartimento di Arte Moderna e Contemporanea

2009

  • Vendita di un dipinto di Franz Von Stuck per 136.000 euro, record per il dipartimento di Pittura del XIX e XX secolo

2010

  • Asta 100: Cambi festeggia la sua centesima asta con un catalogo selezionato di 100 lotti che riuniscono il meglio di tutti i dipartimenti
  • L’Atelier dei Fratelli Svedomskij: asta monografica su due pittori russi attivi a Roma alla fine del XIX secolo
  • Il fatturato annuo della casa d’aste supera per la prima volta i 10 milioni di euro

2011

  • House sale Villa la Femara: un'asta che raccoglie gli arredi e i dipinti delle famiglie Rey di Villarey e Cisa Asinari di Grésy di Villa la Femara a Oglianico Canavese, Piemonte
  • Aggiudicazione di una sfera di San Leo di Arnaldo Pomodoro a 100.000 euro e di una carta di Afro Basaldella a 144.000 euro, record per il dipartimento
  • Apertura dipartimento di Arte Orientale diretto da Dario Mottola con aggiudicazione di 110.000 euro per una scultura in corallo
  • Primo numero del Cambi Magazine, semestrale di informazione della Casa d’Aste, che negli anni successivi, con una tiratura che raggiungerà le 40.000 copie, diventerà la pubblicazione a più alta diffusione nel campo dell’antiquariato
  • Viene svolta la prima asta Time, primi in Italia ad utilizzare questo nuovo canale di vendite

2012

  • Aggiudicazione di un ruyi in giada a 298.000, di un censer in bronzo a 320.000, di una scultura cinese in bronzo raffigurante Begse per 600.000 euro, e di una campana in giada per 694.000 euro record per il dipartimento di Arte Orientale e aggiudicazione più alta della Casa d’Aste
  • Apertura dipartimento di Argenti Antichi diretto da Carlo Peruzzo
  • Apertura di un ufficio di rappresentanza a Milano in via Senato dove si svolgeranno preview delle aste che si tengono a Genova
  • House Sale Collezioni dalla dimora di un fine conoscitore d’arte bolognese
  • Prima Asta di Yacht
  • Prima Asta di Arte africana

2013

  • Inaugurazione della sede di Palazzo Serbelloni a Milano dove verranno condotte le prime aste milanesi. Cambi è l’unica casa d’aste a svolgere la propria attività su due sedi in città differenti in Italia
  • Apertura di un ufficio di rappresentanza a Torino
  • Record per il dipartimento di Gioielli con un paio di orecchini con perle naturali venduti a 350.000 euro
  • Record per l’Arte Contemporanea con un dipinto di Antonio Dias venduto per 325.000 euro (record mondiale per l’artista)
  •  Record per un paravento imperiale cinese venduto per 2,1 milioni di euro, record per il dipartimento di arte orientale e per la casa d’aste
  • Una coppia di ruyi in giada imperiali sono venduti per 644.000 euro mentre una scultura cinese in bronzo dorato del XV secolo è aggiudicata per 360.000 euro
  • Una Madonna con Bambino su tavola attribuita a Sandro Botticelli realizza la cifra di 310.000 euro
  • • Apertura dipartimento di Design diretto da Piermaria Scagliola
  • Il fatturato annuo della Casa d’Aste supera per la prima volta i 20 milioni di euro e con 23,5 milioni è la prima casa d’aste in Italia

2014

  • Asta Bartolozzi, antiquari dal 1877, con la dispersione degli arredi del grande antiquario fiorentino.
  • Apertura della sede di Londra dove verranno effettuate preview delle aste più importanti e trattative private a livello internazionale
  • Record per il dipartimento di Dipinti Antichi con Albero di Jesse di Battista di Gerio venduto per 450.000 euro
  • Grande successo per le vendite di arte Orientale con un importante incensiere tripode cinese Quianlong venduto per 335.000 euro, una monumentale scultura in corallo rosso cinese del XIX secolo venduta per 217.000 euro e un importante ruyi in giada venduto per 310.000 euro
  • Il fatturato annuo della Casa d’Aste supera i 17 milioni di euro e con 17,2 milioni è la quarta casa d’aste in Italia

2015

  • Apertura del dipartimento di Orologi da Polso
  • Apertura dipartimento Maioliche e Porcellane diretto da Enrico Caviglia
  • Asta Mario Panzano - Antiquario: grande successo per la dispersione degli arredi del celebre antiquario genovese con l’83% dei lotti venduti per un totale di 2,07 milioni di euro che raddoppia le stime
  • Vendita di due angoliere Luigi XV genovesi lastricate con il motivo del quadrifoglio a 312.000 euro, record per un mobile antico da Cambi
  • House Sale Arredi dalle dimore degli eredi Ercole Marelli
  • Vendita di un orologio da tasca Audemars Piaguet per 106.000 euro, record per il dipartimento
  • Vendita di un tavolo di Gio Ponti per 387.000 euro, record per il dipartimento di Design, per un mobile di design venduto in Italia e record mondiale per Gio Ponti
  • Vendita di una fiasca della Luna in porcellana di epoca Yongzheng a 2,5 milioni di euro, record per il dipartimento di Arte Orientale, per la Cambi Casa d’Aste e oggetto d’arte più caro venduto in Italia nel 2015
  • Il fatturato annuo della casa d’aste supera per la prima volta i 25 milioni di euro e con 26 milioni di euro è la terza casa d’aste in Italia

2016

  • Apertura dipartimento di Vetri di Murano del ‘900 diretto da Marco Arosio, che contemporaneamente dirigerà il dipartimento di Arti Decorative del XX secolo
  • Vendita di un tavolo cinese a 606.000 euro, record per un mobile venduto in Italia
  • Vendita di un vaso siriano in maiolica a 218.000 euro, record per il dipartimento di Maioliche e Porcellane
  • Vendita di un vaso di Paolo Venini a 250.000 euro, record per il dipartimento, record per un vetro in Italia e record mondiale per l'artista
  • Asta Murano 1890-1990. Un secolo di Arte Vetraria: 240% di venduto per valore e 2,12 milioni di euro di aggiudicazioni
  • House Sale Dal piano nobile di Palazzo Corner Spinelli, Venezia con oltre l’80% di venduto per lotto
  • Apertura dell’ufficio di rappresentanza di Roma
  • Il fatturato annuo della Casa d’Aste supera ancora una volta i 25 milioni di euro e con 27 milioni di euro è la seconda casa d’aste in Italia

2017

  • Vendita di una coppa in argento tedesca del XVI secolo a 256.000 euro, record per il dipartimento e per un argento venduto in Italia
  • Vendita di un vetro di Bianconi a 275.000 euro, nuovo record per un vetro venduto in Italia
  • Vendita di un solitaire taglio navette di ct 5,63 per 243.000 euro
  • Vendita di un Ecce Homo di Jan Sanders per 262.000 euro
  • Vendita per una scultura tibetana Zanabazar a 4.735.000 euro, record per Cambi e opera più cara mai pagata in asta in Italia
  • House sale Gusto, Arredi e Dimore. Una Collezione Italiana: con 2.551.000 euro di aggiudicazioni rappresenta la più importante dispersione di un’unica proprietà condotta dalla Casa d’Aste, il miglior modo per festeggiare l'asta 300
  • Vendita di un dipinto di Pietro Paolo Rubens raffigurante Seneca morente per 585.000 euro, record per il dipartimento di pittura antica e per l’artista in Italia
  • Vendita di un vaso in porcellana cinese a doppio corpo per 682.000 euro
  • Il fatturato annuo della Casa d’Aste supera per la prima volta i 30 milioni e con 35 milioni di euro è la prima casa d’aste in Italia

2018

  • Trasferimento nella nuova sede di Via San Marco 22 a Milano, che con i suoi 1200 mq di superficie e le 8 vetrine su strada rafforza la presenza della Casa d’Aste sul territorio lombardo
  • Record di venduto per un’asta di Arte Moderna e Contemporanea, che supera per la prima volta i 2 milioni con 2,65 milioni di euro di venduto
  • Vendita di un’Ettore e Andromaca di De Chirico per 262.000 euro
  • Vendita di un dipinto di Cagnaccio di San Pietro per 162.000 euro, record mondiale per l’artista
  • Vendita di un ritratto di Antonio Donghi a 212.000 euro, record mondiale per l’artista
  • Apertura dipartimenti di Auto d'EpocaFotografiaI Maestri del Fumetto e dell'IllustrazioneManifesti e Carte del '900
  • Record per un’asta di Fine Design con 1,46 milioni di euro di fatturato per 130 lotti
  • Vendita di un dipinto di Serodine a 337.500, record per l’artista nel mondo
  • Vendita di una scultura in bronzo cinese per 218.000 euro
  • Il fatturato annuo della Casa d’Aste supera ancora una volta i 27 milioni di euro e con 27,46 milioni di euro è la terza casa d’aste in Italia

2019

  • Apertura del dipartimento di Vini Pregiati e da Collezione con grande risposta da parte del mercato di settore
  • Apertura del dipartimento di Naturalia e Mirabilia diretto da Iacopo Briano
  • Inaugurazione del format L'Art de la Table, con un risultato del 178% per valore
  • Importante dispersione di opere di Gio Ponti nell'asta Casa di Fantasia, tenutasi a Londra in collaborazione con Phillips, con una realizzo di 2.275.000 euro per soli 30 lotti
  •  Record assoluto di vendita per Gio Ponti con una coppia di cassettoni di Casa Lucano, che insieme totalizzano 454.000 euro
  • Vendita dell'opera di Umberto Boccioni Copertina per musica futurista di Balilla Pratella, 1912 per 212.500 euro, terzo miglior risultato assoluto per l'artista
  • Vendita di un diamante solitaire da 6,74 ct per 262.500 euro
  • • Il fatturato annuo della Casa d’Aste raggiunge ancora una volta i 27 milioni di euro ed è la quarta casa d’aste in Italia

2020

  • Viene presentata l'asta Out of the Ordinary, ambizioso progetto nato insieme al giornalista Gianluca Nicoletti e la partecipazione di Sky e Radio24
  • Design Loves Milano asta benefica a sostegno dell'ospedale Luigi Sacco di Milano, in prima linea per la lotta contro il COVID-19, con un totale donato di 120.000 euro
  • Vendita dei 19 tomi dell'opera incisa di Giovanni Battista Piranesi per 200.000 euro, record per il dipartimento di Libri Antichi
  • Vendita di una collana di perle naturali per 181.000 euro
  • Per l’arte moderna una rara opera di Giuseppe Santomaso realizza 187.000 euro, lo straordinario dipinto di Richard Lin The Long and the Short viene venduto a 194.000 euro, mentre Non parto non resto di Alighiero Boetti per 206.000 euro
  • Top lot dell’anno sarà però il Ritratto di Antoine-Jean Gros dipinto dalla pittrice francese Elisabeth Vigèe Le Brun che viene aggiudicato a 325.000 euro.
  • Il fatturato annuo della Casa d’Aste supera ancora una volta i 25 milioni di euro e con 25,85 milioni di euro è la terza casa d’aste in Italia

2021

  • Apertura del dipartimento di Numismatica, diretto da Paolo Crippa
  • Apertura del dipartimento di Filatelia e Storia Postale, diretto da Alessandro Arseni
  • Importane vendita per un raro dinosauro a 298.000 euro, record in Italia
  • White glove sale per l’ asta dei vini che realizza il 100% di venduto per lotto e il 250% per valore
  • Prima vendita dedicata all’arte russa
  • Record per un’asta di fine design, 1,55 milioni euro con soli 100 lotti
  • Vendita a 156.300 euro per un divano Bazaar di Superstudio Groop, record mondiale
  • La house sale Villa Bucci Errani in Faenza realizza 1,6 milioni di euro: 86% di venduto per lotto e il 256% per valore
  • Vendita di una commode laccata veneziana per 193.000 euro
  • Vendita di una console con specchiera veneziana per 181.300 euro
  • Vendita di un solitaire vivid yellow di ct 7.74 per 298.000 euro
  • Vendita di una jar in porcellana Cina, Dinastia Yuan (1279-1368) per 350.000 euro
  • Vendita di una Maddalena di scuola napoletana del XVII secolo per 462.000 euro
  • Si tiene a Vicenza la house sale Palazzo Loschi Zileri dal Verme, che realizza oltre 1,75 milioni di euro con il 106% di venduto per valore
  • Il 2021 si conclude con un fatturato di oltre 36,5 milioni, confermandosi quindi il miglior anno di sempre per Cambi e spingendo la Casa d'Aste a migliorare ancora la propria offerta