SI CHIUDE IN CRESCENDO CON L’ARTE ORIENTALE

102% DI VENDUTO PER VALORE E 1.260.000 EURO PER L’ASTA DEL 18 DICEMBRE
  
Il 2018 si conclude in positivo per Cambi Casa d’Aste che con l’asta di FINE CHINESE WORKS OF ART, tenutasi a Milano il 18 dicembre, ha richiamato l’attenzione di collezionisti provenienti da tutte le parti del mondo ottenendo 1.260.000 euro di aggiudicazioni e un significativo 102% di venduto per valore.

Il ricco catalogo proponeva un’interessante selezione di opere che spaziavano dalle giade e dalle pietre dure agli elementi di arredo, dalle porcellane ai dipinti su carta e seta, dalle sculture in avorio e corallo a quelle in legno e bronzo.
A quest’ultima categoria appartengono i due top lots della vendita: una grande e magnifica figura di Vairocana in bronzo dorato (Cina, Dinastia Ming, XVI secolo) venduta a 219.000 euro e un’importante figura di Buddha Sakyamuni anch’essa in bronzo dorato (Cina, Dinastia Ming, XV-XVI secolo) venduta a 150.000 euro.

Cifre elevate sono state raggiunte anche da una coppia di rare e grandi sculture in grès policromo raffiguranti personaggi di corte stanti su basi decorate con motivi floreali (Cina, Dinastia Qing, epoca Jiaqing) vendute a 119.000 euro, da un importante vaso in porcellana a smalti policromi con raffigurazioni di cervi e alberi di pesco entro vegetazione (Cina, Dinastia Qing, epoca Daoguang) che ha raggiunto la cifra di 52.500 euro, e da una piccola scatola Imperiale polilobata con coperchio a smalti cloisonnè con decoro “brocade- flower" (Cina, Dinastia Qing, marca e del periodo Qianlong) venduta a 49.000 euro.

Tra le aggiudicazioni più interessanti segnaliamo anche una coppa da libagione finemente scolpita in corno di rinoceronte con tralci e grappoli d’uva (Cina, Dinastia Qing, epoca Kangxi) che ha raggiunto la cifra di 30.000 euro, una coppia di vasi con anse sagomate in porcellana a smalti policromi con figure di dignitari e iscrizioni (Cina, Dinastia Qing, epoca Guangxu) venduta a 25.000 euro, e una coppa in argento sbalzato e cesellato con anse ad anello, mascheroni a foggia di testa leonina e raffigurazioni di vita comune entro paesaggio (Cina, fine XIX secolo) che ha cambiato proprietario per 25.000 euro.

Molti i lotti in catalogo che hanno sorpreso la sala dando vita a continui rilanci, come un grande paravento a otto ante con pannelli in seta dipinta raffiguranti scene di vita comune (Cina, XIX secolo) e un dipinto su seta raffigurante paesaggio con contadino e pagoda (Cina, XIX secolo), che sono stati venduti rispettivamente a 67.500 e 29.000 euro.

--
Le cifre indicate sono comprensive dei diritti d’asta