Risultati | Numismatica


RISULTATI NUMISMATICA
Martedì 14 e Mercoledì 15 maggio 2024

La collaborazione tra Cambi Casa d’Aste e Crippa Numismatica si conferma essere un successo dopo l’asta live avvenuta tra martedì 14 e mercoledì 15 maggio 2024. L’importante catalogo, che comprendeva circa 1.200 lotti e più di 6.000 monete, suddiviso in aree tematiche, ha riportato importanti risultati e record d’asta: con il 90% di venduto e quasi il 100 % di incremento sulle stime, l’attesa vendita ha registrato infatti circa 1.3 milioni di euro al lordo dei diritti d’asta.

Risultati molto positivi e non scontati sono stati registrati dalle monete antiche, novità per il dipartimento, riservate esclusivamente al mercato italiano, con quasi il 90 % di venduto e il +135% di incremento rispetto alle stime. Protagoniste di questa categoria, una selezione di monete greche e romane, provenienti da vecchie collezioni italiane (una in particolare di inizio '900) della Magna Grecia, Sicilia e Grecia continentale, dal periodo arcaico fino all’epoca romana, che comprende sia il periodo consolare che il periodo imperiale.

Ottima la risposta del mercato italiano, che si è dimostrato di alto livello e formato da diversi studiosi, interessati non solamente alla qualità delle monete ma anche al loro valore numismatico.” commenta Paolo Crippa, Direttore del dipartimento di Numismatica di Cambi Casa d’Aste.

Tra le migliori aggiudicazioni, citiamo alcune monete greche come il lotto 41, Bruttium, Caulonia (Nomos, 550-480 a.C.) raffigurante Apollo Catharsio che avanza verso d. e regge ramo di palma; sul braccio, piccolo demone retrospiciente in movimento tiene rami di alloro, sotto cerchietto R/ Stessa raffigurazione in incuso (stima iniziale: 1.600 euro; aggiudicazione lorda: 6.250 euro). Notevolissimo anche il risultato del lotto 82, Macedonia, Akanthos, (Tetradracma, 470-430 a.C.) che riporta un Leone a d. che attacca toro inginocchiato a s. mordendogli la schiena; sopra, borchia. In esergo, fiore d'acanto stilizzato. R/ Quadrato incuso quadripartito (stima iniziale: 900 euro; aggiudicazione lorda: 9.375 euro).

Tra le monete romane, invece, segnaliamo il lotto 186, GIULIO CESARE (+44 a.C.) - L. LIVINEIUS REGULUS. Denario, anno 42 a.C., con testa laureata di Cesare a d.; dietro, ramo di alloro; davanti, caduceo. R/ Toro alla carica verso d. (stima iniziale 1.000 euro; aggiudicazione lorda: 4.625 euro). Riportiamo anche il lotto 187, GIULIO CESARE - P. SEPULLIUS MACER. Denario, anno 44 a.C. rappresentante una testa velata di Cesare a d. R/ Venere stante verso s., tiene in mano la Vittoria e uno scettro poggiato su uno scudo (stima iniziale: 800 euro; aggiudicazione lorda: 3.500 euro).


I risultati veramente eccezionali e sorprendenti li ha registrati l’area tematica dedicata agli Scudi Italiani in argento che essendo di grandissima qualità hanno raggiunto prezzi record, con il 97% del venduto e un incremento delle stime pari a quasi il 200 %. Molti di questi esemplari datati dal XVII al XX secolo, di grandissimo gusto, sono tra i migliori esemplari usciti sul mercato per conservazione.

Top lot assoluto di questa categoria è sicuramente il lotto 416, REGNO DI SARDEGNA. VITTORIO EMANUELE I DI SAVOIA, 1802-1821. 5 Lire 1821, Testa a d. R/ Stemma sabaudo da cui pende il Collare dell'Annunziata (stima iniziale: 8.000 euro; aggiudicazione lorda: 23.125 euro). Da citare anche il lotto 424, REGNO D’ITALIA. UMBERTO I DI SAVOIA, 1878-1900. 5 Lire 1878, Testa a d. R/ Stemma sabaudo da cui pende il collare dell'Annunziata fra rami di alloro e di quercia (stima iniziale: 1.200 euro; aggiudicazione lorda: 13.750 euro).
In asta anche una bella collezione di Casa Savoia, con una serie di monete che coprono il Regno di Sardegna da Vittorio Emanuele I fino alla caduta della monarchia con Vittorio Emanuele III. Come sempre, è stato riscontrato un grande interesse per questa categoria che registrato il 98% di venduto e il +63% di incremento sulle stime.
Tra le migliori aggiudicazioni di questa categoria segnaliamo il lotto 804, composto da due monete, REGNO D'ITALIA. VITTORIO EMANUELE III DI SAVOIA, 1900-1946. Con 100 lire 1936/A. XIV. Impero. Testa nuda del sovrano a d. R/ Figura intera di littore rivolto a s., con vittoria alata e fascio littorio e Testa del Re a s. R/ Insegna imperiale con aquila e scudo sabaudo (stima iniziale: 9.000 euro; aggiudicazione lorda: 20.000 euro).

Risultati molto soddisfacenti sono stati raggiunti anche sulla bella selezione di esemplari di Zecche italiane, Monete estere e Libri di Numismatica.


CONTATTI PER LA STAMPA
Lara Facco P&C
T. +39 02 36565133 | E. press@larafacco.com
Lara Facco | M. +39 349 2529989 | E. lara@larafacco.com
Martina Fornasaro | M. +39 338 6233915 | E. martina@larafacco.com
Alberto Fabbiano | M. +39 340 8797779 | E. alberto@larafacco.com
 
Cambi Casa d’Aste
Lara Brun – Ufficio Stampa
+39 338 9520309