Clicky

valutazione design

Valutazioni economiche, perizie e quotazioni di mercato per opere di design


Cambi Casa d’Aste offre la valutazione di opere di design italiano e internazionale, operazione che ha lo scopo di determinare il valore economico dell’opera attraverso un’attenta analisi delle sue caratteristiche. Una prima stima del valore di un’opera di design può essere richiesta online: è sufficiente inviare, attraverso il modulo di valutazione, fotografie e specificare le caratteristiche note dell’opera da valutare. Riceverete una risposta in breve tempo e, se l'opera è idonea ad essere inserita nelle aste di design organizzate da Cambi Casa d’Aste, si rende necessaria l’analisi dal vivo che determina alcuni aspetti tra cui misure, attribuzione, materiali, stile o movimento artistico di appartenenza, stato conservativo, iscrizioni.

Chi può formulare la valutazione di design?

Le opere di design, come quelle di arte contemporanea, sono concettuali e interpretabili; il messaggio artistico e il pensiero artistico devono essere individuati, decifrati e decodificati. Materia di esperti nel campo del design dunque, la valutazione di un'opera d'arte è un’attività complessa e specifica. Cambi Casa d’Aste è in grado, grazie a un team dedicato alle catalogazione e quotazione di opere di design, di offrire un servizio professionale atto a valorizzare al massimo le opere di design del Novecento in vostro possesso.

Quali sono le opere che rientrano nella categoria del design?

Con il termine design, si intendono oggetti decorativi e arredi di design, modernariato e complementi d'arredo, ma anche accessori e oggetti di uso quotidiano ideati da grandi designer del Novecento e prodotti a partire dagli anni 40 del Novecento. In particolare, il termine design viene attribuito agli oggetti che hanno rivoluzionato la vita e trasformato ambienti grazie alla creatività e a nuove idee di funzionalità.
Originali e creativi, nella categoria di quello che definiamo oggetti di design rientrano oggetti in grado di rispondere alle esigenze di uno stile di vita moderno, e che tutt’oggi sono iconici e di tendenza, ricercati da appassionati e collezionisti.
Alcuni designer sono più apprezzati sul mercato dell’arte, tra i nomi che vengono proposti spesso nelle aste di design Cambi ricordiamo Gio Ponti, Osvaldo Borsani, Lucio Fontana, Fausto Melotti, Franco Albini, Gino Sarfatti, Piero Fornasetti, Gaetano Pesce, Max Ingrand, Ettore Sottsass, Gino Sarfatti, Pietro Chiesa e molti altri. Ricordiamo anche alcuni studi di design e architettura che hanno segnato la scena di design italiano ed europeo nel Novecento tra cui Bauhaus e Stilnovo per gli arredi, Arredoluce, Fontana Arte e Artemide per l'illuminazione, Barovier & Toso e Venini per i vetri.

Come valorizzare al meglio il design in vostro possesso?

Cambi Casa d'Aste è sempre al servizio dei propri clienti per garantire, attraverso la vendita all’asta, la massima valorizzazione delle opere di design e arredi del Novecento in vostro possesso. Le vendite dedicate al design si svolgono con cadenza semestrale e propongono opere di altissimo valore artistico, economico e commerciale. I proprietari di opere appartenenti alla sfera del design del 900 possono rivolgersi a Cambi Casa d'Aste per vendere all’asta e realizzare il miglior risultato possibile.
I nostri esperti sono a disposizione di coloro che intendono vendere dalla fase della prima valutazione fino alla cessione del bene a un nuovo proprietario, seguendo dunque tutte le fasi della vendita. Le vendite di design organizzate da Cambi Casa d'Aste sono seguite da una clientela internazionale, oltre che italiana, collezionisti e mercanti d'arte, sempre alla ricerca di opere rare e inedite.
Le opere d'arte proposte nelle nostre aste vengono accuratamente descritte, schedate e fotografate, catalogate e promosse attraverso i canali promozionali ufficiali di Cambi Aste. Tutte queste attività atte ad offrire alle opere in asta visibilità permettono di poter valorizzarle e ottenere, nel caso della vendita, la migliore cifra di aggiudicazione possibile.