Clicky

1

A column-bearing lion in white marble, Romanesque sculptor from the 13th century

€ 28.000,00 / 32.000,00
Estimate
Evaluate a similar item

A column-bearing lion in white marble, Romanesque sculptor from the 13th century

cm 47x83x38L'importante scultura raffigura un leone accovacciato con la lingua che fuoriesce dalle fauci semiaperte mentre con gli artigli anteriori protegge abbracciandolo un agnello. Sulla schiena poggia una base a plinto quadrato da cui dipartiva una colonna, sotto la quale si susseguono due figure zoomorfe raffiguranti basilischi. Caratteristico esempio di scultura architettonica medievale, il leone stiloforo, veniva collocato nei protiri e nei pulpiti delle chiese paleocristiane e romaniche con la funzione architettonica di reggere le colonne, ma era anche portatore di un messaggio spirituale simbolico rivolto agli uomini. Il leone infatti, nei bestiari medievali, era assimilato all'idea del vigilare e proteggere poiché si riteneva dormisse con gli occhi aperti quindi con la funzione apotropaica di difensore dal maligno e nello stesso tempo protettore del bene, raffigurato in questo caso dall'agnello (agnus dei) si palesa in modo evidente. Stilisticamente la nostra opera si inserisce in quella importante e documentata produzione scultorea romanica legata soprattutto alle grandi architetture religiose che si sviluppa tra il X e il XIII secolo in Europa e trova in Italia i suoi massimi esponenti in Wiligelmo (documentato tra il XI e il XII secolo) e Benedetto Antelami (1150-1230 circa) con i grandi cantieri di Modena il primo e di Parma il secondo, Ed è a questo mondo artistico della seconda parte del duecento che può ascrivere la nostra opera come eseguita da uno degli ignoti lapicidi operanti tra l'area padana e tirrenica che paiono sviluppare uno stile più semplificato anticipatore del nuovo linguaggio Gotico.
Cfr.: -Die Skulptur des Mittelalters in Italien. Romanik. di Joachim Poeschke, Ed. Himer Verlag, Munchen 1998. -Benedetto Antelami Arturo Carlo Quintavalle, Ed. Electra, Milano 1990. -Wiligelmo e Matilde. L'officina romanica Arturo Carlo Quintavalle, Ed. Electra, Milano 1991.